La Sant'Agnese delle Sant'Agnesi

Un sogno diventato realtà

È sicuramente motivo di vanto per la Confraternita “Balla che te passa” l’essere riuscita a concretizzare un’idea che molti avevano da tempo ma che nessuno aveva realizzato: mettere assieme più Confraternite per festeggiare, un mese dopo il 21 gennaio, quindi il 21 febbraio (o giù di lì) più confraternite tutte insieme. Una sorta di “Super Sant’Agnese” o, come poi fu deciso di chiamarla proprio da “Balla che te passa”, la “Sant’Agnese delle Sant’Agnesi”. Nome che è poi rimasto. Non fu cosa facile allora, nel 2002, mettere assieme diversi modi di intendere i “riti agnesini” né riunire congreghe che magari si guardavano in cagnesco per precedenti, anzi antichi conflitti di primogenitura. No, non fu facile. Ma la caparbietà di chi dirige “Balla che te passa” riuscì anche a questo. E così, il 27 febbraio del 2002, nell’allora ristorante “Il Caminetto” si riunirono cinque confraternite: oltre a “Balla che te passa” padrona di casa, i “Devoti di Sant’Agnese” (la confraternita più longeva), L’Antica e Nobile Accademia di Sant’Agnese, i “Giornalisti... in lingua” e gli “Amici del Bar Gran Sasso”. Fu una bella festa che ha dato il via ad una tradizione, per ora ancora minima, che ogni anno viene mantenuta a turno dalle confraternite, salite ora a nove; le stesse che affiancano  l'”Associazione Culturale dei Devoti di Sant'Agnese” nell’organizzazione dell’evento “Il Pianeta Maldicenza” che precede ogni anno l’evento agnesino del 21 gennaio.